Chi siamo


È la fine dell’anno scolastico 2014-2015. Due studenti del Liceo Classico Michelangiolo, Giovanni Guderzo e Filippo Ungar, durante una delle tante discussioni passate al bar, concepiscono un’idea. Prende forma gli ultimi giorni di scuola e si concretizza finalmente nelle telefonate estive. A settembre 2015, da idea che era, il giornale del Miche diventa realtà quotidiana, nell’entusiasmo di chi scrive e nell’interesse di chi legge.

Era molto strano che in una scuola piena di aspiranti letterati e poeti, attori e giornalisti, economisti e scrittori, fannulloni e tutto fare, non ci fosse ancora un giornale. Forse non c’era ancora stata occasione di crearlo, di ritagliare uno spazio per i brillanti estri michelangiolini. Ma questo spazio, dall’ormai lontano settembre 2015, c’è e ha un nome: MichePost. Il primo giornale – che ancora si ricordi – ad essere ufficialmente di tutti gli studenti della scuola, redatto da tutti coloro che desiderano parteciparvi.

I temi trattati dai nostri giornalisti sono i più vari: dalla scuola alla politica e ai movimenti studenteschi, dalla letteratura allo sport, dalla cucina alla storia dell’arte, dalla musica al cinema; insomma, tutto quello che i giornalisti del Miche riescono a scrivere, sperando che sia uno stimolo interessante e utile al dibattito interno alla scuola e non solo.

La redazione del MichePost si riunisce ogni lunedì in un’aula della scuola, solitamente in Repubblica, dalle 14:15 alle 15:15. Venite numerosi!

Lo statuto del MichePost

La direzione

Direttrice
Giulia Pezzella

Vicedirettori
Niccolò Generoso
Alessia Prunecchi
Federico Spagna

Caporedattori
Alessia Prunecchi (attualità)
Mariagledis Kohilamulla (cultura)
Dino Bonechi (cinema)
Palmira Virdis e Inés Ortiz (musica)
Gabriele Bruni (sport)

Responsabili
Vittoria Lettieri (area digitale)
Matteo Cirillo (podcast)
Rosa Augusta Sperduti Rampini (correttori bozze)

Progetto grafico
Dania Menafra

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto