MicheLiber | Il mondo di Sofia, di Jostein Gaarder

 Questo articolo fa parte del numero 24 del MichePost, uscito in formato cartaceo il 19 febbraio 2021


Le domande che l’uomo si pone da tempo immemore rimarranno forse a lui celate per il resto della sua esistenza, senza la possibilità di venire a capo di esse. E probabilmente non vi è il concreto bisogno di dar loro una risposta definitiva che evada dal mondo dei miti come spiegazione del tutto. Ma Sofia non è d’accordo con questa teoria: il mistero che attanaglia il suo animo si è presentato al suo cospetto sotto forma di lettere. “Chi sei tu?”, “Da dove viene il mondo?”. Un vortice la travolge internamente e getta al suolo tutte le certezze che avevano sempre costituito il suo essere. D’un tratto la passione che non credeva di poter provare colma i solchi di quiete dentro di lei, il mondo non diviene altro che una spirale confusa di nuove idee, tutto assume una forma differente da quella che era solita ignorare perché troppo consueta. E la sua mente scorre fluida come un leggiadro refolo d’aria che smuove i vari tasselli di complessi meccanismi, mettendo in moto un vero e proprio congegno che si riflette nei suoi occhi, le finestre della sua astuta mente. 

In tal modo, attraverso la genuina curiosità che anima quella determinata ragazza, ci è possibile compiere un vero e proprio viaggio didascalico nei meandri delle varie epoche che sono state onorate dalla presenza di grandi filosofi grazie ai quali noi adesso siamo ciò che siamo. Ma… noi chi siamo realmente?

 

Articolo creato 2

Rispondi

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto