Hidden Figure ( regia di Theodore Melfi, 2017 )

Titolo originale: Hidden Figures
Titolo italiano: Figure Nascoste
Regia: Theodore Melfi
Uscita italiana: 19 Marzo 2017

Il film è basato sull’omonimo romanzo di Margot Lee Shetterly, tradotto in italiano con il titolo “Il diritto di contare” ed è candidato a tre premi Oscar, fra i quali miglior film e miglior sceneggiatura . Esso è basato su fatti e personaggi realmenti accaduti ed esistiti ed ha come protagoniste tre donne afroamericane che hanno lavorato alla NASA negli anni ’60. Queste sono la matematica Katherine Johnson, l’aspirante ingegnere Mary Jackson e la non ancora ufficiale supervisora Dorothy Vaughan. In particolar modo seguiamo le protagoniste nella loro vita personale, ma soprattutto nel loro ambiente di lavoro, caratterizzato dalla corsa allo spazio statunitense.
Uno dei temi del film, come si può intuire anche dalla trama, è il razzismo. Tuttavia si sceglie di non rendere eccessivamente drammatico il tema, ma piuttosto di ritrarlo tramite il disagio quotidiano che portava. Credo che questa rappresentazione sia originale e molto efficace, infatti il senso di disagio s’imprime nello spettatore maggiormente proprio perché il film pone l’attenzione su particolari, come i bagni e le fontane pubbliche separate, che destabilizzano lo spettatore a livello intimo. Un altro punto di forza di “Hidden Figures” sono i personaggi: donne forti ed eccezionali, non solo come intelligenza ma anche come capacità di resistenza. Le loro storie sono reali ma allo stesso tempo straordinarie e appassionanti , ma non scontate e proprio per questo ci affezioniamo e siamo coinvolti così profondamente nelle loro vicende, tanto che di fronte ad alcuni momenti sarà difficile trattenere le emozioni. Il cast del film è eccezionale (vale la pena guardare il discorso di premiazione tenuto da Taraji ai SAG awards di quest’anno) e la recitazione è ottima, tanto che è valsa la nomination agli Oscar per Octavia Spencer, già vista nell’ottimo “The Help” ed anche l’interpretazione di Taraji P. Henson, vincitrice di un Golden Globe per il suo ruolo nella serie tv “Empire“, è di grande spessore.
In conclusione “Hidden Figures” è un ottimo film, che nel suo piccolo colpisce e fa riflettere su alcuni argomenti ancora oggi di attualità, come la condizione della donna e delle persone di colore.
#HiddenFiguresNoMore

Duccio Galli

Articolo creato 47

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Articoli correlati

Inizia a scrivere il termine ricerca qua sopra e premi invio per iniziare la ricerca. Premi ESC per annullare.

Torna in alto
Seo wordpress plugin by www.seowizard.org.